Fashion camp e stiletto contest: è arrivata la nostra Kodak slice!

In una busta color crema e con un bligliettino di accompagnamento scritto a mano, è arrivata. Da oggi  Yodameter sarà fotografato con una bellissima KodaK Slice touchscreen e super social.

Le analiste Blogmeter ringraziano di cuore Fashion Camp che ci ha assegnato il premio dello Stiletto contest, KodaK e Michele di Ketchum Italy.

Speciale Mondiali 2.0…10

Quali sono le squadre e i protagonisti del Mondiali di calcio 2010 più discussi in Rete? Si parla più di più di vuvuzela o di Marcello Lippi? Quando si parla di più di mondiale: al mattino in ufficio, la sera davanti alla tv o durante le partite? Che giudizio danno gli internauti della prima prestazione in campo della nazionale azzurra? Il tormentone di Shakira”Waka Waka!” ha contagiato anche il Web?

Blogmeter ha inaugurato una piccola sezione di aggiornamento quotidiano su tutto quello che è il Mondiale 2010 sul web 2.0Seguiteci!

Gossip economy, passaparola e reputazione su Radio 24

Martedì 1 giugno Sacha Monotti è intervenuto nel programma Italia in controluce di Radio 24, parlando di gossip economy, monitoraggio della reputazione online e possibili azioni correttive.

Per chi fosse interessato, qui il podcast (l’intervento è nella  seconda parte del programma).

Buon ascolto!

Fashioncamp: la moda tra bloggers e sostenibilità

Metti un sabato al Fashion Camp. Metti un sabato di risveglio un po’ tardivo e una passeggiata nell’animato quartiere cinese in Paolo Sarpi. Metti il camp, con tanti volti noti e un’atmosfera a metà tra una festa nel parco e un mercato rionale.

Diciamolo subito: ci siamo divertite. Abbiamo passeggiato tra le esposizioni di vestitini fatti a mano, abiti di tela ispirati alla serie di Fibonacci e orecchini a forma di teiere. Abbiamo fatto la foto in rosa con i cerchietti di Camomilla. Abbiamo guardato con un pizzico di invidia le ragazze impegnate nei workshop in grado – loro, sì! – di disegnare una borsetta. E anche raccolto un sacco di gadget e moltissimi bigliettini colorati.

Tuttavia, la parte più interessante è stato notare che alla leggerezza dei pizzi colorati e dei tacchi svettanti è possibile abbinare un impegno serio e profondo per il rispetto dell’ambiente e della sostenibilità. Ne hanno parlato, tra le altre, anche le Miss Waste di Venette Waste, che hanno sfilato per protestare contro l’inquinamento da petrolio.

In realtà, il passaparola che mira al riciclo e al riuso di vestiti, tessuti e accessori fashion è sempre più attivo sul web 2.0. A chi si fosse perso il momento di baratto collettivo di sabato pomeriggio consigliamo, tra gli altri, anche la Swap room di friendfeed – sempre ricca di occasioni vintage.Ma la rete viene utilizzata anche per cercare o lanciare nuovi trend o nuove forme di arte, che ibridano fashion, ironia e guerrilla – come nell’unconference di Marco Santaniello.

Come sempre, grazie a tutti gli amici che gravitano intorno a The Hub per l’ospitalità. L’open space con il tetto trasparente, il piccolo giardino e gli sgabelli con i nanetti sono stati davvero molto, molto accoglienti.

E come non ringraziare anche tutto il team che ci aggiudicato il primo premio dello Stiletto Contest?  Grazie mille, useremo la nuova macchina fotografica Kodak per tutte le immagini dei prossimi camp. Vi lasciamo con una promessa finale: l’anno prossimo, ci proviamo. A venire con un tacco 12.

Momcamp:una giornata per le mamme blogger

Sabato al Momcamp: fra mamme blogger, bambini con pennarelli in mano e qualche temerario papà 2.0 c’eravamo anche noi. Sì, perché come dimostra la ricerca dell’International Herald Tribune presentata da  Linda Serra del GGD, che con il suo intervento ha chiuso una giornata piena di stimoli interessanti e di appassionati contributi, “la blogosfera è diventata il luogo delle mamme” – come, su questo blog, scriviamo con piacere da almeno due anni.

Mamme tecnologiche che si re-inventano sul web quando i datori di lavoro dopo il parto impediscono loro di scalare le gerarchie aziendali, o quando per l’impossibilità di pagare una baby sitter sono costrette a rinunciare al lavoro.

Il mood delle mamme blogger del Momcamp 2010 era però molto lontano dalla rassegnazione: Elena Salomoni ha raccontato come la crisi post-parto le abbia dato l’idea di creare MammeinRadio, la prima web radio italiana esclusivamente dedicata alle mamme, ricca di video didattici che affrontano diversi temi e offrono alle neo-mamme, così come alle nonne, preziosi consigli per risolvere problemi legati alla gravidanza e alla prima infanzia. Anche perché come è successo a Chiara, autrice del blog Machedavvero.it a volte la maternità capita in momenti del tutto inaspettati, quando carriera, aperitivi e viaggi sembrano la sola vita possibile.

Ricerca e innovazione sono alla base dell’attività di Maddalena Schenardi. Mamma di quattro figli, presenta nel suo blog una serie di prodotti per mamme e bambini che possono semplificare molto la vita e risolvere piccoli problemi quotidiani, come il futuristico biberon Iiamo che ha riscosso notevole successo fra le blogger presenti.

Il network di mamme blogger è stato poi fondamentale per Flavia Rubino, per vivere un’avventurosa esperienza di social surfing attraverso l’Italia da sola con suo figlio. Le tappe dell’avventura sono raccontate sul blog Veremamme.

Se il web offre alle mamme vere e proprie opportunità di business, anche i brand e la pubblicità si interessano in modo crescente a questo mondo e alle sue protagoniste capaci di attirare l’attenzione e dare il via a nuove tendenze di consumo.

E’ stata una giornata stimolante e piacevole: lo spazio The Hub che ha ospitato l’evento si è dimostrato una location perfetta per la circolazione delle idee delle mamme (e anche per la creatività dei loro pargoli). Perfino durante la pausa buffet le mamme blogger non hanno smesso un attimo di scambiarsi idee per futuri progetti web 2.0, parlando di account Twitter e blogroll.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.